Sempre più spesso si sente parlare di diete vegane. Si tratta di regimi alimentari molto restrittivi in quanto escludono dalla dieta tutti gli alimenti di origine animale e tutti i relativi derivati. Per chi segue questo stile di vita l’impiego di integratori alimentari è praticamente d’obbligo, soprattutto se si parla di bambini, adolescenti, sportivi, donne incinta o in allattamento. Questi gruppi di persone, infatti, dato il regime vegano, rischiano carenze alimentari specifiche. Scopriamo insieme quali sono gli immancabili integratori sportivi vegani.

L’elenco dettagliato degli integratori sportivi vegani

Al fine di non incorrere in disfunzioni e carenze di determinati nutrienti, ecco di seguito gli integratori fondamentali da assumere in caso di regime alimentare vegano/h2

Vitamina B12

Alla base del metabolismo, della sintesi del DNA, della formazione delle cellule sanguigne e della comunicazione nervosa, la vitamina B12 è essenziale per godere di una buona salute. Presente in molti prodotti di origine animale, come carne, pesce, uova e latticini, purtroppo non ve n’è traccia negli alimenti vegetali. Una carenza di vitamina B12 comporta, anche a distanza di tempo, conseguenze gravi per l’organismo umano. Dal meno preoccupante affaticamento, senso di stanchezza, debolezza e formicolio, alla più preoccupante anemia perniciosa.

A tutti i vegani si raccomandano. Quindi, dai 4 ai 7 microgrammi di vitamina B12 al giorno. Essa può essere assunta tramite integratori multivitaminici o specifici e puri.

Vitamina D

È una vitamina liposolubile denominata “vitamina del sole”. Il corretto apporto di vitamina D non proviene esclusivamente dagli alimenti che la contengono (pesci grassi, fegato, uova, latticini, burro), ma è assorbita mediante l’esposizione diretta ai raggi solari.
La carenza di vitamina D provoca dolori muscolari e problemi all’apparato scheletrico. Se si vive in località poco soleggiate o si segue una dieta vegana, è bene integrare questa vitamina giornalmente: sono sufficienti tra i 30 ng/ml e i 74 ng/ml.

Omega 3

Sono acidi grassi essenziali che devono essere introdotti attraverso la dieta poiché sono sintetizzati dall’organismo umano. Le migliori fonti di Omega 3 sono di origine animale (salmone, sardine, sgombro), ma esistono anche alimenti vegani. Noci, sei di zucca e di lino ne sono degli esempi. L’integrazione di Omega 3 favorisce la lotta all’artrite, riduce i sintomi della depressione, aiuta a restare sani e in forma.

Calcio

Presente soprattutto nei latticini, è un minerale che favorisce la salute ossea e cardiovascolare, oltre a coadiuvare lo sviluppo fetale. Moltissimi alimenti vegani sono un’ottima fonte di calcio. Finocchi, cicoria, catalogna, rucola, lattuga, sedano, cime di rapa, porri e broccoli, sono tutti esempi di vegetali ricchi di calcio.
La dose giornaliera consigliata è pari a 800mg, per questo motivo esistono specifici integratori di calcio.

Ferro

È un minerale fondamentale per la corretta funzione polmonare e la crescita muscolare. Purtroppo, i cibi vegetali che contengono ferro non sono sufficienti per il giusto apporto quotidiano. Esso, infatti, è assorbito tre volte meno rispetto a quello presente nella carne.
È pertanto necessario per chi segue un regime alimentare vegano, integrare quotidianamente questo prezioso minerale.

Proteine vegane

Le proteine vegane rappresentano la soluzione perfetta per tutti coloro i quali non mangiano carne. Ne esistono differenti tipologie, da quelle alla soia, a quelle della canapa. Da quelle del riso integrale a quelle dei piselli o ancora blend. Integrare le proteine vegane aiuta l’apparato scheletrico e muscolare ad assolvere le proprie funzioni.
in